mercoledì 26 agosto 2015

AHAB - "The Boats of The Glen Carrig" Review


"The Boats of The Glen Carrig"

Label
: Napalm Records 


Release date: 28 August 2015

Tracklist:
(All lyrics by Christian Hector – inspired by William Hope Hodgson's novel 'The Boats Of The Glen Carrig')
1. The Isle
2. The Thing That Made Search
3. Like Red Foam (The Great Storm)
4. The Weedmen
5. To Mourn Job
6. The Light In The Weed (Mary Madison)




"Il quadro di un pianeta morto, immerso nelle tenebre, con i resti della razza umana concentrati in una enorme piramide ed assediati da forze tenebrose, mostruose, del tutto sconosciute, è una cosa che il lettore non dimenticherà mai". (Lovecraft)

Se alla fine dell'ascolto non riuscirete più a dimenticarlo, allora vorrà dire che è stato un buon lavoro.

I tedeschi Ahab continuano il loro viaggio nei mari più oscuri e tormentati, attraversando tempeste di inquietudine e uragani di malinconia. 

"The Boats of The Glen Carrig", interamente ispirato al romanzo scritto da William Hope Hodgson nel 1907, è un'ambientazione gothic fantasy o verosimilmente, il naufragio del nostro subconscio sull'isola che non c'è.

Gli Ahab hanno sempre amato giocare con i suoni,  ciascuno dei quali viene chiamato a sottolineare un particolare stato d'animo, sei tracce che descrivono minuziosamente l'incubo, le angosciose vicissitudini che si manifestano sotto forma di allucinazioni e scatenano un senso di disorientamento.

La claustrofobia del basso dei Cathedral, il pessimismo delle chitarre dei Paradise Lost, la follia della batteria dei My Dying Bride; suoni martellanti e ritmo cadenzato che si vanno ad intersecare con linee più morbide e vellutate, in un mix studiato fin nei minimi dettagli.

La voce death metal suona come il narratore che fuori campo racconta la storia e ci guida verso l'ignoto. Padrona assoluta della scena è la scuola doom metal, valorosa ed opprimente, capace di parlare l'unica lingua che conosce: quella della perdizione.

Un viaggio impressionante, ricco di colpi di scena che farà da sottofondo a questa torrida estate musicale.

7,5/10
Michela


Link:
Official Site
Facebook


Photo Credit: Stefan Heileman / Heilemania.de

Line-up:
Daniel Droste - growls, clean vocals, guitars
Christian Hector - guitars
Stephan Wandernoth - bass
Cornelius Althammer - drums