martedì 25 agosto 2015

TAD MOROSE "St.Demonius" recensione


Release date: 28 August 2015

Tracklist:
01. Bow To The Reaper’s Blade
02. Forlorn
03. Where Ignorance Reigns
04. Remain
05. Black Fire Rising
06. Day Of Reckoning
07. The Shadows Play
08. Darkness Prevail
09. Fear Subside
10. Dream Of Memories
11. The World Is Growing Old
12. Your Own Demise


Ripercorrendo a ritroso la strada che li ha portati oggi a pubblicare il loro ottavo album, i Tad Morose non hanno davvero niente da rimpiangere. Ogni album pubblicato è stato un buon successo sia di pubblico che di critica. Oggi, a distanza di ventidue anni dal loro debutto discografico "Leaving the Past Behind" (1993), ritroviamo gli svedesi molto ben concentrati a riprendere il loro cammino.

Senza spostarsi troppo dai loro standard musicali, nonostante importanti cambi di line up abbiano visto soprattutto l'avvicendamento alla voce di diversi vocalist, St.Demonius è un album ricco di canzoni, riff e ritornelli molto accattivanti che piacerà sicuramente alla grande fetta dei loro fan ed andrà a completare il buon lavoro fatto con il precedente "Revenant" (2013).

Come un rapace che si getta in picchiata, le due chitarre che da anni hanno soppiantato l'iniziale set up chitarra/tastiere, catturano la preda per poi innalzarsi nuovamente verso l'alto con rapidità ed eleganza fino a scomparire lasciando dietro di sé una scia di suoni armonici e magnetici. 

Attraverso l'evoluzionismo thrash, la predilezione per il vintage e le linee morbide del metal classico, le dodici tracce presentano una risoluzione di suono maggiorata, mentre l'aggressività dei suoni, i toni medio alti ed i ritmi accattivanti tradiscono in qualche modo l'attitudine di questa band verso il sogno americano, quello stile power metal a stelle e strisce dallo sguardo cattivo ed il fascino irresistibile misto tra il fiero e il selvaggio che rappresenta la vera peculiarità di questo album rispetto ai precedenti.

7/10
Michela

Line Up:
Tommi Karpanen : Bass
Ronny Hemlin : Vocals
Christer 'Krunt' Andersson : Guitar
Peter Morén : Drums [since 1994], Steel Attack
Kenneth Jonsson : Guitar

Link: