giovedì 17 maggio 2018

CRYSTAL BALL - Crystallizer

“Crystallizer”

Release Date: April 27, 2018

Label: Massacre Records

Country: Switzerland

Genre: Power Metal

Tracklist:
1. Crystallizer
2. Curtain Call
3. Alive For Evermore
4. S.O.S.
5. Crazy In The Night
6. Gentleman’s Agreement
7. Let Her Go With Love
8. Beauty In The Beast
9. Death On Holy Ground
10. Satisfaction Guaranteed (digipack bonus)
11. Exit Wound (digipack bonus)
12. Dusty Deadly
13. Symphony Of Life


Ho sempre apprezzato i Crystal Ball, band svizzera generalmente considerata di seconda fascia ma che invece ha saputo sfornare una serie di lavori molto validi, magari non fontamentali, ma sempre piacevoli e ricchi di belle canzoni. Attivi da oltre 20 anni, con Crystallizer giungono al traguardo del decimo lavoro in studio, che non si discosta molto dallo standard alla quale siamo stati abituati.


La musica dei Crystal Ball coniuga efficacemente grinta e melodia, riffs ficcanti e ritornelli ruffiani, ballate e qualche sconfinamento nel power metal. La produzione è opera dell’ex drummer degli Accept Stefan Kaufmann, e l’influenza di Wolf Hoffmann e soci di tanto in tanto affiora, ascoltare ad esempio “Alive For Evermore” o “Death On Holy Ground”, dal chorus maestoso, che vedrei bene interpretato da Udo.
In generale però il sound è più morbido e orecchiabile, e mi sento piuttosto di accostare i Crystal Ball ai grandi Pink Cream 69, anche per la voce del bravissimo Steven Megeney, un ideale incrocio tra Andy Deris e David Readman.

Crystallizer è l’ennesimo prodotto di alto livello, curato sotto tutti gli aspetti e in grado di accontentare sia  i melodic rockers che i metallari duri e puri. Il singolo “S.O.S.”, la ballata “Exit Wound” e le irresistibili “Crazy In The Night” e “Gentleman’s Agreement” sono a mio avviso i vertici di un lavoro impeccabile.
In Svizzera e in Germania godono di un buon seguito, è ora che anche il resto dell’Europa si accorga dei Crystal Ball


8/10
Andrea

Line-up:
Steven Mageney – vocals
Scott Leach – guitar, keyboards
Tony T.C. Castell – guitar
Cris Stone – bass
Marcel Sardella – drums

http://www.crystal-ball.ch
https://www.facebook.com/crystalballrocks

https://twitter.com/crystalballrock

RED BEARD WALL annunciano l’album "The Fight Needs Us All”



Sull’onda dell’acclamato debutto omonimo del 2017, ritorna finalmente il “cacofonico” e pesantissimo progetto RED BEARD WALL
Red Beard Wall prende vita sulle pianure asciutte del Texas occidentale, al culmine del 2016.

Formato dal desiderio di incanalare angoscia e frustrazione con la folle realtà che ci circonda, si focalizza su canzoni pesanti ed accattivanti al tempo stesso. Riff devastanti, melodie vocali e urla dissonanti, il tutto influenzato da band come Floor, Helmet, Conan, Yob, Pallbearer, Baroness.

Questa impressionante creatura doom “barbuta” ritorna con il nuovo attesissimo album, una nuova immensa espansione uditiva e un’enorme progressione sonora, di proporzioni epiche. Preparatevi per una bordata “heavy” senza precedenti questo autunno su Argonauta Records!


FARMER BOYS - annunciano il nuovo album "Born Again"


Nel 2017, il supergruppo tedesco è tornato sulle scene con i membri fondatori Matthias Sayer (voce), Alex Scholpp (chitarra) e Ralf Botzenhart (basso) e ai due nuovi membri Timm Schreiner (batteria) e Richard Düe (tastiera) – raggiungendo il sold out per diverse date e facendo colpo su nuovi e vecchi fan. La band ha prontamente firmato per la sottoetichetta della Nuclear Blast, Arising Empire. Nel 2018, i FARMER BOYS ritorneranno a pieno gas; salendo nuovamente sul palco e realizzando il nuovo album "Born Again" -  questo potrà essere uno degli anni di maggior successo della loro carriera.

La magia unica di questa band è tornata - con le trionfanti parti vocali, le frizzanti ed esperte parti di chitarra, le drammatiche tastiere e la trascinante batteria. Il cantante dei FARMER BOYS, Matthias Sayer, commenta: "Per noi, questo album è molto più di un ritorno: è al contempo un percorso, la nostra strada, una missione e una destinazione, gli anni passati sono la chiave di questo nuovo incredibile capitolo. Non vediamo l'ora di incontrarvi!" 


mercoledì 16 maggio 2018

DEE SNIDER – To Release For The Love Of Metal July 27th via Napalm Records!

[photo by Tim Tronckoe]

DEE SNIDER is an influential hard rock legend, reality TV star, Broadway alumnus, horror movie director, radio host and the face and voice of the legendary Twisted Sister. He possesses a resume that many would kill for. And yet the singer’s thirst for metal is far from quenched.

Now DEE SNIDER is back with a brand new album entitled For The Love Of Metal to be released on July 27th via Napalm Records.

The album was produced by Hatebreed vocalist Jamey Jasta and features contributions from Howard Jones (ex-Killswitch Engage), Mark Morton (Lamb Of God), Alissa White-Gluz (Arch Enemy), Joel Grind and Nick Bellmore (Toxic Holocaust) and Charlie Bellmore (Kingdom Of Sorrow). 

BLEEDING THROUGH - pubblicano il primo documentario dallo studio!


I BLEEDING THROUGH sono ufficialmente tornati alla ribalta con un nuovo aggressivo album, “Love Will Kill All”, la cui uscita è programmata per il 25 Maggio su SharpTone Records. Oggi, Marta Perterson (tastiera) regala un esclusivo sguardo dietro le quinte del disco della reunion e parla, approfonditamente, del primo album della band dopo sei anni. 



BURN THE PRIEST (LAMB OF GOD) - la nuova traccia 'I Against I'


Certificati RIAA, in cima alla Billboard chart, i LAMB OF GOD pubblicheranno sotto il nome di BURN THE PRIEST il loro attesissimo album di cover, “Legion: XX”, venerdì 18 Maggio su Nuclear Blast [Epic Records negli Stati Uniti] per festeggiare il ventesimo anniversario dei BURN THE PRIEST. “Legion: XX” è una raccolta di canzoni che riflettono la grandezza degli artisti punk, hardcore, crossover e noise che li hanno influenzati nei primi anni, eseguite con il sound moderno che contraddistingue la band.

I BURN THE PRIEST hanno scosso il mondo con la pubblicazione delle loro sfacciate cover di ‘Inherit The Earth’ degli ACCUSED e ‘Kerosene’ dei BIG BLACK e ora i fan saranno testimoni di un’altra ardente cover – questa volta ‘I Against I’ dei BAD BRAINS’. Ascoltala ora su http://burn-the-priest.com.

E’ stato un grandissimo onore aver recentemente cantato con una delle mie band preferite di tutti i tempi,” dice il cantante Randy Blythe. “Suonare con i BAD BRAINS è stata un’esperienza eccezionale – cercando di sostituire il cantato più veloce che un umano abbia mai sostenuto in canzoni come ‘Banned in DC’ e ‘Pay to Cum.’ Quando è arrivato il momento di scegliere la nostra cover di ‘I Against I’, cercavo di non sembrare H.R., essendo lui così unico, ma di metterci comunque abbastanza del suo stile per portare rispetto alla sua voce, attraverso la mia interpretazione. Per coverizzare i BAD BRAINS non potevamo fare una semplice cover, dovevamo farla alla grande, e così è stato.”

Oltre a queste tracce, “Legion: XX” include altri brani originariamente suonati dai CRO-MAGS, AGNOSTIC FRONT, QUICKSAND, MINISTRY, MELVINS, S.O.D., e dalla punk band di Richmond SLIANG LAOS. Prodotto da Josh Wilbur, “Legion: XX” presenta la vera natura dei BURN THE PRIEST.

lunedì 14 maggio 2018

RIOT V - Armor Of Light

"ARMOR OF LIGHT"

Release Date: on 27 April 2018 


LabelNuclear Blast

Country: USA

Genre: Heavy Metal

Tracklist:
1. Victory
2. End Of The World
3. Messiah
4. Angel’s Thunder, Devil’s Reign
5. Burn The Daylight
6. Heart Of A Lion
7. Armor Of Light
8. Set The World Alight
9. San Antonio
10. Caught In The Witches Eye
11. Ready To Strike
12. Raining Fire

Quando si parla di bands che hanno raccolto meno rispetto a quanto seminato, il primo nome che mi viene in mente è quello dei Riot. 40 anni di carriera sempre ad alti livelli, una discografia costellata di lavori superbi, di cui almeno 3 capolavori epocali (“Narita”, “Fire Down Under” e “Thundersteel”, immancabili in ogni discografia heavy metal che si rispetti). 
Eppure i Riot non si sono mai elevati dallo scomodo ruolo di cult band, seguiti da uno sparuto (ma accanito) nugolo di sostenitori ma lontani da ogni tipo di successo commerciale. A questo ha sicuramente contribuito  una line-up perennemente instabile e una gestione manageriale a dir poco disastrosa.
La morte prematura del leader e fondatore Mark Reale sembrava essere la fine di questa bellissima avventura. E invece i Riot (oggi Riot V) sono riusciti a rialzarsi da questo ennesimo, durissimo colpo. Oggi la leadership è nelle mani di Mike Flynz, che di Reale è stato il braccio destro per oltre vent’anni. Accanto a lui lo storico bassista Don Van Stavern (tornato nella band nel 2009), un giovane chitarrista come Nick Lee ed un bravissimo cantante come Todd Michael Hall, già nei Jack Starr’s Burning Starr.

Armor Of Light è l’ennesimo grande album dei Riot. 12 brani impeccabili, un songwriting centrato e privo di sbavature, in un ideale crocevia tra il violento power metal del periodo con Tony Moore e i suoni più Rainbow-oriented dei lavori successivi, con Mike DiMeo on vocals. Episodi come la devastante “Messiah”, la cromata “End Of The World” o i violenti speed metal della title track e di “Heart Of A Lion” sono destinati a diventare nuovi classici nel repertorio della band. Di tanto in tanto spunta qualche autocitazione (la citata “Messiah” ha un riff un po’ troppo simile a quello di “Thundersteel”) ma si tratta davvero ci cercare il pelo nell'uovo.
Poche storie, Armor Of Light è un lavoro da comprare al volo… e un posto nella mia top ten di fine anno è già prenotato!

9/10
Andrea

Line-up:
Todd Michael Hall – vocals
Mike Flynz – guitar
Nick Lee – guitar
Don Van Stavern – bass